Tutti gli articoli di Velallarridi

News del 28 settembre 2017

“Il video della premiazione Premio Letterario “I FIUMI” del 2001

 

Cari amici, in questi giorni ho ritrovato il filmato della premiazione Premio Letterario “I FIUMI” del 2001, riconoscimento per la canzone “GIGANTI” con testo e musica dell’indimenticabile vichese Vincenzo di Lalla.

Di seguito potete leggere il testo in italiano della canzone “Giganti”.

Se nel deserto nascerà un bambino
portagli l’acqua, fagli un giardino.

Se nel deserto piangerà una madre
diventa padre del suo dolore.

Nascerà un gigante nel tuo cuore
se il tempo che tu vivi
farai grande più di te
Diventa padre del suo dolore.

Mai più un bimbo intorno a te piangerà
se nella pace crescerà.

Un bimbo che non ha il suo futuro
fa l’orizzonte sempre più oscuro.

La madre disperata che ti parla
è una farfalla che cerca un fiore.

C’è una nube grande all’orizzonte
che minaccia questo tempo,
la speranza sei tu
Diventa padre del suo dolore.

Se nel deserto nascerà un bambino
diventa nube, diventa pioggia.
Se nel deserto piangerà una madre
diventa padre del suo dolore.

Se volete ascoltare integralmente le musiche e i testi in lingua italiana e francese composte da Vincenzo di Lalla, cliccate su www.vincenzodilalla.it/giganti-geants/

Sul sito potete consultare gratuitamente tutte le opere del compositore e scrittore di Vico del Gargano.

Buon ascolto e buona lettura!

Marilena Verri

News del 26 agosto 2017

“Diario Imperfetto di un Amore… Perfetto” di Marilena Verri

 

Cari Amici, in occasione del mio compleanno, per “festeggiarlo” mi sono decisa a far stampare il mio libro “Diario Imperfetto di un Amore… Perfetto”.

In questo libro, o meglio, “diario” ho raccolto le lettere da me scritte post mortem al mio compianto poeta, commediografo e compositore Vincenzo di Lalla (1936-1996) tra il 2006 e il 2014, confidandogli gioie, dolori ma soprattutto: “Amore”.

Si può consultarlo gratuitamente per leggere tutti i documenti originali e vedere le immagini ascoltando come sottofondo il brano musicale “Concerto numero 2” di Vincezo Di Lalla.

Cliccare sotto sul “triangolino bianco nel bollo rosso” a sinistra e poi su “Sfoglia il libro in 3D”.

Sfoglia il libro in 3D

Per me è un’opera significativa che si aggiunge alle altre realizzate per onorare la sua memoria di “artista mai nato” come egli stesso ha scritto. Per sapere tutto sulla vita e le opere consultate il sito: il sito www.vincenzodilalla.it e il libro “La vita è un quadro appeso agli occhi – ovvero Due vite, Un amore”.

E’ possibile scaricare gratuitamente la documentazione originale in versione PDF.

La consulenza grafica è di Dario Francesco Pericolosi.

(nelle foto, copertina e ultima di copertina, documenti originali e alcune lettere del Diario)

Marilena Verri

News del 22 maggio 2017

Riconoscimenti: 2° Premio a Marilena Verri al Salone Internazionale del Libro di Torino

 

Sabato 20 maggio, nell’ambito della manifestazione del Salone Internazionale del Libro di Torino, la L.A.P.S. (Libera Associazione Poeti e Scrittori) per il 25° Concorso di Poesia e Narrativa riservato alle opere inedite, al Concorso “Premio Autore 2017” mi ha attribuito il 2° Premio per il mio testo: “Diario imperfetto di un amore… perfetto” – nel quale presento una serie di lettere inviate al mio compianto Vincenzo Di Lalla, scrittore e compositore, in un periodo che va dal 2006 al 2012.

Nel momento triste in cui ritenevo che non sarei mai riuscita a fa sapere al suo paese natale che grande artista aveva avuto, ho provato poi la grande gioia di vedergli riconosciuta questa importante realtà con doverose iniziative del Comune ed in particolare del Sindaco. Una volta ottenuto ciò, il mio bisogno di confidare il mio accoramento, è cessato. Ora le sue ceneri riposano presso il Cimitero Storico di Vico Del Gargano in un cippo-monumento che porta incise sul marmo la musica ed il testo della canzone nostalgica che ha dedicato al suo paese natale.
Chi vorrà, potrà leggere di seguito una di queste lettere e farsi così un’idea di come fosse assillante ed indispensabile per me scrivere ciò che era imprigionato nel mio cuore.

23-05-12

“Mio caro, caro Enzo (Cettina),
ieri ho portato a casa la tua cassettina con le tue ceneri. E’ di zinco, piccolina e me l’hanno messa in un sacchetto bianco che si stringe in alto e si annoda. Non per molto, ma pensa, cettina mia, che cosa contiene: te stesso. Puoi immaginare che significato abbia per me. Ti ho messo subito nella cantina dedicata a te che è il tuo museo e ti ho lasciato lì in mezzo al tuo organo, il nostro comò fatto da te, i comodini e tutto ciò che ti è appartenuto.
Pensa che c’è stato un momento mentre camminavo al cimitero di Lambrate, con la tua cassetta in mano, tra la mia comprensibile emozione, mi è sembrato addirittura che da quella cassetta uscisse della musica.
So benissimo che è stata solo una mia sensazione, ma bella però e ciò mi conferma che ho fatto molto bene a portarti a casa. So che sei giù in cantina e sei tutto solo, ma so anche che questa notte appena trascorsa abbiamo dormito ancora sotto lo stesso tetto. E’ magnifico, no? A me fa tanto, tanto piacere.
Quando andrò a Vico cercherò il modo di portarti lì e di lasciarti lì per sempre.
Tu hai scritto: ‘ma tornerò, ma tornerò, la gioventù lasciai laggiù….’
e io voglio farti tornare. Se il sindaco di Vico mi aiuterà ti farò fare da loro un cippo o qualcosa; se non lo fanno loro ci penserò io e prenderò un posto per farti rimanere in eterno a Vico.
Per ora è tutto ciò che ho potuto fare.
Oggi pomeriggio mi sono ascoltata un po’ di tue canzoni che come sai ho cantato io e sentendo quelle straordinarie melodie mi prende sempre di più il magone perché ho qui un tesoro di musica, che, anche se le canto in qualche modo, non hanno pari nella produzione attuale in Italia.
Ma non so che cosa fare. Non trovo sbocchi. Sono in cerca di occasioni, ma è dura, dura.
Aiutami
Ciao”

8-1-2014

“Mio carissimo, oggi piango, piango… ma di gioia. Ho appena saputo da Vico che come da anni richiesto, il 14 Febbraio, festa di San Valentino, verrà inaugurata una porcellana recante la tua poesia: Di bacio in bacio si è fatto tardi ecc. ecc. che verrà messa vicino o sulla roccia del Vicolo del Bacio, durante una apposita cerimonia. Capisci, caro mio amato? Sarai eternamente (spero) ricordato per la tua bellissima poesia che più di qualsiasi altra può degnamente stare in quel luogo perché è la più adatta in assoluto. Quindi vichesi e turisti la leggeranno e tu sarai sempre ricordato!
Che ne dici? Ho ragione di piangere, ma stavolta di gioia, tanta gioia?
Da anni aspettavo questa occasione ed ora sta arrivando. Poi naturalmente ti racconterò i particolare. Ah, ah, che bello! Mamma che bello!”

Marilena Verri

Segui Vincenzo Di Lalla su Facebook

News del 14 maggio 2017

Sipario/Iniziativa. Poesia in Voce. Incontri quotidiani con Mario Mattia Giorgetti.

 

Ho avuto la piacevole opportunità di fare un omaggio al poeta del mio cuore: Vincenzo Di Lalla così accludo la lettura di una delle più belle poesie che ci ha lasciato e che ho registrato nel “chiaroscuro” di un ambiente romantico dove si trova la redazione di Sipario. Chi volesse leggere altri suoi versi può visitare il menu “Poesie” del sito. Buona lettura!

Marilena Verri
 
Segui Vincenzo Di Lalla su Facebook

News del 26 aprile 2017

Il Premio “PROFUMO D’AUTRICE” della Città di Cattolica al libro “La vita è un quadro appeso agli occhi”, dedicato alla mia vita con Vincenzo Di Lalla

 

Il 22 Aprile scorso a Cattolica si è tenuto il Galà di premiazione per i vincitori del Premio Pegasus, organizzato dal Premio Letterario Internazionale Città di Cattolica e dall’Associazione Culturale Pegasus. Anch’io ho ottenuto un’affermazione che mi ha particolarmente inorgoglita perché soprattutto mi dà modo, come sempre spero, di parlare del mio Vincenzo Di Lalla e della sua vita.

Il premio mi è stato attribuito per il libro sulla sua biografia: “LA VITA E’ UN QUADRO APPESO AGLI OCCHI” e che, giocoforza, parla anche della nostra straordinaria storia d’amore.
E’ stata una serata molto bella e toccante in quanto la vita sfortunata del mio indimenticabile artista ha lasciato in tutti il desiderio di saperne di più e di conoscere le sue opere.

Chi volesse approfondire e leggere il libro può farlo facilmente digitando vincenzodilalla.it/marilena-verri. Oltre a leggerlo si potranno vedere i disegni ed alcuni testi di questo scrittore e compositore di Vico Del Gargano.

Marilena Verri

News del 27 marzo 2017

“Un assassino troppo innocente” di Vincenzo Di Lalla, è il secondo racconto pubblicato su Arpa Eolica di Francesco Zaffuto

Continua la pubblicazione dei racconti di Vincenzo Di Lalla su Arpa Eolica: Un assassino troppo innocente, “un breve thriller molto particolare con un finale tutto da scoprire.” (Francesco Zaffuto). Il racconto fa parte della raccolta Lo spazio passa come il tempo, sei racconti firmati e approvati dall’autore e pubblicati postumi da Marilena Verri con La Versiliana Editrice nell’aprile 2008.
Ringraziamo il blogger Francesco Zaffuto per gli articoli sulle opere di Vincenzo Di Lalla.

News del 23 marzo 2017

Marco Calindri ha scritto del Concorso Tragos per Tgcom24

Maria Gabriella Giovannelli, Paolo Bignami e Marilena Verri
Su Tgcom24 Mediaset è stato pubblicato l’articolo di Marco Calindri sulla cerimonia di premiazioni del Concorso Tragos di Drammaturgia alla memoria del padre Ernesto organizzato dalla Presidente Maria Gabriella Giovannelli nel Chiostro del Piccolo Teatro di Via Rovello a Milano.

Andrée Ruth Shammah del Teatro Parenti e Angela Finocchiaro tra le autorevoli presenze che hanno animato la serata. Nell’ambito delle premiazioni, la “Segnalazione Speciale Vincenzo Di Lalla” è stata consegnata da Marilena Verri a Paolo Bignami (Como) per il testo Il paese dalle facce gonfie.
Sul sito di Tgcom24 Mediaset il testo integrale dell’articolo di Marco Calindri.

News del 19 marzo 2017

VINCENZO DI LALLA
 
19 marzo 1936 – Vico Del Gargano
22 marzo 1996 – Milano

In queste giornate (Marcia di Marzo) c’è il destino di una vita passata in sordina ma che ha lasciato:”Quel passo che va per l’aria come una voce”.
Tale sua eredità che si avviluppa tra arte, musica e vita rimane testimonianza che: “E’ un agguato il mondo” ma può riservare continuità anche “Oltre il tempo”.

Desidero ricordare queste date indimenticabili di un artista che ha scritto: “Vengo dal nulla per essere nessuno”, affinché questa frase si tramuti in omaggio positivo, doveroso e riparatore. Allego il testo e la musica della canzone nostalgica che è stata da lui dedicata al suo amato paese natale e che io ho voluto rimanesse a perenne trasporto di un affetto mai sopito e che per sempre rimarrà scolpito sul marmo.

Questo è il monumento presso il cimitero storico di Vico del Gargano dove sono custodite le sue ceneri e le sue nostalgie! Accludo il testo perché se ne possa cogliere l’acquerello che descrive mirabilmente i luoghi dell’infanzia. Presento il testo letto con l’accompagnamento musicale ed anche la canzone cantata da me e che mi auguro, un giorno, trovi un interprete vichese.

VICO DEL GARGANO
Testo e Musica di Vincenzo di Lalla

Laggiù tra un bosco e il mare
dov’è caldo il sole
è nato un giorno il sogno
della mia gioventù.

Parlavo agli ulivi,
alle vigne, ai pini
che mi rispondevano:
“Vai lontano”.

Partii così
ricco nel cuore
ma lì trovai
il freddo inverno.

E tutto si smarrì.
Tutto si smarrì.

Laggiù fra un bosco e il mare
dov’è caldo il sole
vi è un paese antico
che ho nel cuore.

E’ interno allo Sperone
su colline d’oro
e ogni vista è il meglio
in natura.

Ma tornerò,
ma tornerò,
la gioventù
lasciai laggiù.

News del 12 marzo 2017

Il racconto “Il malato strano” di Vincenzo Di Lalla è stato
pubblicato su Arpa Eolica

Francesco Zaffuto ha postato sul suo blog Arpa Eolica il racconto “Il Malato strano”, il primo di sei racconti della raccolta Lo spazio passa come il tempopubblicata postuma da Marilena Verri con La Versiliana Editrice nell’aprile 2008.
Nel frontespizio Marilena ha scritto la dedica:

Mio caro Enzo queste “tue” belle righe mi servono attualmente per esprimere il mio pensiero:
– C’è più fuoco nel cuore di un uomo che in tutte le stelle del cielo; c’è più vuoto nel mio cuore che negli spazi infiniti! – Marilena

Sono parole toccanti che testimoniano quanto sia stato grande l’amore tra Marilena e Vincenzo.

Si ringrazia Francesco Zaffuto per la “vetrina” che sta dedicando sul suo blog all’artista di Vico del Gargano.

(nella foto: opera del pittore Aurelio Caminati)

News del 28 febbraio 2017

Il Concerto dell’Epifania 2017 per onorare Vincenzo Di Lalla

Il 15 gennaio 2017, nella Chiesa di Santa Maria Pura di Vico del Gargano (FG), si è svolto il tradizionale Concerto dell’Epifania. Il Complesso bandistico A.F. Nardini ha eseguito i seguenti brani di Vincenzo Di Lalla: Marcia di Marzo, T’hai ditt ca nuun e Sei tanto bella e misteriosa. Questo video è un cortometraggio dell’evento, su YouTube è possibile vedere la versione integrale del concerto digitando la parola chiave “Master Concerto dell’Epifania 2017”.
Il montaggio e le riprese video sono di Teo Del Conte.